Franciscus Jorge Mario Bergoglio                             

Funzioni in Streaming dal Vaticano

ctv.png

Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire

Contatti della Parrocchia

DOMENICA DOPO EPIFANIA - BATTESIMO DEL SIGNORE

 

 

Concludiamo questa stagione festiva di Natale con il Battesimo del Signore. Sarà appropriato riflettere sul nostro stesso battesimo oggi.

Il battesimo è il sacramento che inizia una vita divina nelle nostre anime che dura per sempre e che non può mai essere cancellata, neppure dai nostri peccati. Battesimo è un sigillo indelebile. Dovremmo essere sempre grati ai nostri genitori che hanno iniziato in noi questo viaggio con nostro Signore. Gesù disse alla gente del suo tempo che c'erano così tanti che aspettavano i giorni del Signore e non potevano vedere. Siamo tutti persone privilegiate per aver conosciuto e potuto adorare Cristo come nostro Signore.

Il battesimo significa "immergere" o "tuffare". Il battesimo di Giovanni Battista era quello dell'immersione. Implicava che la persona si fosse lavata dalla "sporcizia" del peccato e che fosse diventata "pulita" nella sua anima. Proprio come Gesù è morto sulla croce ed è risorto per una nuova vita, anche noi moriamo per i nostri peccati e risorgiamo per una nuova vita nel sacramento del Battesimo.

Dice san Paolo, che il battesimo non solo purifica tutti i peccati, ma ci rende anche di diventare una "nuova creatura" (2 Cor 5, 17). Nella sua seconda lettera, San Pietro ci dice che siamo diventati figli adottivi di Dio, "un partecipante della natura divina" (2 Pt. 1: 4), e il tempio dello Spirito Santo. Inoltre, nella sua prima lettera dice san Pietro, anche noi che siamo battezzati partecipiamo al sacerdozio di Cristo. “Ma voi siete una stirpe eletta, un sacerdozio regale, una gente santa, un popolo che Dio si è acquistato, perché proclamiate le virtù di colui che vi ha chiamati dalle tenebre alla sua luce meravigliosa; voi, che prima non eravate un popolo, ma ora siete il popolo di Dio; voi, che non avevate ottenuto misericordia, ma ora avete ottenuto misericordia” (1 Pietro 2: 9-10).

Il battesimo ci incorpora anche nella Chiesa, il corpo mistico di Cristo dove tutti i limiti umani delle nazioni, delle culture e dei generi si uniscono e tutti possono chiamare Dio "abba padre”.  “E in realtà noi tutti siamo stati battezzati in un solo Spirito per formare un solo corpo, Giudei o Greci, schiavi o liberi; e tutti ci siamo abbeverati a un solo Spirito (1 Corinzi 12,13).

In questo giorno del Battesimo del Signore, rinnoviamo la nostra fede in Gesù Cristo e nella sua Chiesa riconoscendo la nostra dignità e i nostri doveri. Tutti noi formiamo un solo corpo mistico di Cristo e siamo tutti chiamati ad essere una "luce" e "sale" nel mondo attraverso il nostro modo di vivere la nostra vocazione cristiana nell'amore e nella solidarietà.

THE BAPTISM OF OUR LORD

We conclude this festive season of Christmas with the Baptism of the Lord. It will be appropriate to reflect of our own baptism today.

Baptism is the sacrament that starts a divine life in our souls that last forever and that can never be cancelled, not even by our sins. We should be ever grateful to our parents who have initiated in us this journey with our Lord. Jesus said to the people in his time that there were so many who awaited for the days of the Lord and they could not see. We are all privileged people to have come to know and adore Christ as our Lord.

Baptism means to ‘immerse’ or ‘dip’. The baptism of John the Baptist was that of immersion. It implied that the person has washed himself from the ‘dirt’ of sin and has become ‘clean’ in his soul. Just as Jesus died on the cross and rose for a new life, we too die for our sins and rise for a new life in the sacrament of Baptism.

Says St. Paul, that Baptism not only purifies all sins, but also makes us a "new creature" (2 Cor 5:17). Says St. Peter in his second letter that we have become adopted children of God , "a participant in the divine nature" (2 Pt 1: 4), and the temple of the Holy Spirit. Further, In his first letter says St. Peter, we who are baptized also participate in the priesthood of Christ. “You are a chosen people, a royal priesthood, a holy nation, God’s special possession, that you may declare the praises of him who called you out of darkness into his wonderful light” (1 Peter 2:9).

Baptism also incorporates us into the Church, the mystical body of Christ where all the human limits of nations, cultures and gender come together and all can call God ‘abba Father’. Says St. Paul "In reality we have all been baptized in one Spirit to form one body” (1 Corinthians 12.13).

On this day of the Baptism of the Lord, let us renew our faith in Jesus Christ and His Church recognizing our dignity and duties. We all form one mystical body of Christ and we are all called to be a ‘light’ and ‘salt’ in the world by our way of living our Christian vocation in love and solidarity.

don clarence james

disegno: Alessandro Ilari