Franciscus Jorge Mario Bergoglio                             

Funzioni in Streaming dal Vaticano

ctv.png

Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire

Contatti della Parrocchia

San Gabriele dell'addolorata - Bellavista

 

sangabrielebellavista 

  La cappellina dedicata al "Santo Patrono degli abruzzesi" nasce intorno alla statua  del "Santo dei Giovani"  donata dall' Associazione " Abruzzese      Aprilia -  Comunità Gran Sasso d' Europa" .

    Appartenente alla Parrocchia "San Michele Arcangelo e Santa Maria Goretti" la  nuova realtà del Quartiere  Bellavista, nasce a nord della città di          Aprilia, sulla  strada Nettunense al numero 222, a breve distanza dalla Chiesa  Madre.

  Ogni domenica, con la semplicità che la contraddistingue, la chiesetta offre alla    propria comunità il  conforto della parola del Signore e la gioia dei       canti offerti    dal proprio "Coro San Gabriele Bellavista".

 

 

Orario Santa Messa

 

    Dalla prima domenica di  Ottobre     inizierà la santa  messa alle ore 10.30 

 

 

 Arredi donati da artisti di Aprilia e fedeli 
slide9 slide6 slide5 slide11

 

 
 

   Prof. Sergio Iezzi

Sergio Iezzi è nato a Castelli, famoso centro abruzzese per le ceramiche artistiche in provincia di teramo.

Dopo aver frequentato il locale istituto d'arte per la ceramica,nel1954 si è trasferito ad Aprilia ed ha terminato gli studi all'istituto d'arte e all'accademia di Belle Arti di Roma.

E' stato allievo di Leoncillo, fazzini e Monteleone.

Ha insegnato Discipline Plastiche presso gli istituti d'arte di Velletri e Anzio fino al 1998.

Ha esposto pitture, sculture e ceramiche in oltre trenta mostre personali.

Per la chiesa di san Michele Arcangelo e Santa Maria Goretti ad Aprilia ha scolpito il portone centrale, con la storia della città e a ricordo del grande Giubileo del 2000.

Nel 2004 ha realizzato il monumento all' emigrante nel quartiere Grattacielo ad Aprilia e, nel 2006, gli AngeliCrociferi per il campanile della chiesa della resurrezione nel quartiere Montarelli.

______________________________________________

 

   Prof. Salvo Bennardello

La Croce simbolo della sofferenza e della morte. Presentata con i dodici quadrati in essa incastonati, ricordano il numero degli Apostoli, testimoni della vita e dell’evangelo di Nostro Signore.

L’Ambone è il ricordo della tomba vuota. Posto nella zona presbiterale è rivolto all’assemblea, perché da lì avviene la proclamazione della parola di Dio, dove Cristo, attraverso il suo corpo mistico e attraverso i ministri competenti, continua ad annunciare la parola della salvezza.

L’Altare è il luogo dove il Cristo offre il suo sacrificio, associando a se, nell’offerta, la Chiesa, suo corpo mistico.

Questi tre simboli creati dall’Artista nella loro forma, vogliono essere espressione di riflessione e preghiera rivolti a Dio.

 

www.salvobennardello.com

______________________________________________